Sicilia Anno Uno


domenica 19 ottobre 2008

venerdì 17 ottobre 2008

IL TEMPO DELL'ATTESA..........SCOMPARSI!!!!!!!!!












PENELOPE associazione nazionale delle famiglie e dei familiari delle persone scomparse






&




COMUNE di Lercara Friddi




promuovono un seminario sul tema:







IL TEMPO DELL’ATTESA… SCOMPARSI!!!





una rete di Enti Locali per la prevenzione e contrasto del fenomeno


18 Ottobre 2008 ore 9.30 – 12.00
Biblioteca Comunale – Lercara Friddi



h.9.30: SALUTO DI BENVENUTO ED APERTURA DEI LAVORI INTRODUCENDO IL TEMA DELLA MANIFESTAZIONE
Dott.Gaetano Licata, Sindaco di Lercara Friddi



h.9.40: LE POLITICHE EUROPEE RISPETTO AL FENOMENO DELLE PERSONE SCOMPARSE
On.le Eleonora Lo Curto, Europarlamentare :



h. 10.00: AZIONI DI GOVERNO LOCALE MOSSE A GARANZIA DELL’ORDINE E PER LA SICUREZZA DEI CITTADINI
Ing.Giovanni Avanti, Presidente della Provincia:


h. 10.20: PREVENZIONE CRIMINALE E ATTIVITA’ INVESTIGATIVE
Esponente delle Forze di Polizia:



h. 10.40: GLI SCOMPARSI IN ITALIA E PENELOPE


On.le Elisa Pozza Tasca, Presidente nazionale dell’Associazione Penelope



h.11.00: LE POLITICHE SUGLI SCOMPARSI IN ITALIA


Prefetto Rino Monaco, Commissario Straordinario per le Persone scomparse


h.11.20: UN OROLOGIO DIGITALE PER DENUNCIARE LE PERSONE SCOMPARSE


Geom. Francesco Giardina, esponente dell’Agenzia del territorio



h.11.30; SINERGIE DI CONTRASTO AL FENOMENO FRA GLI ENTI LOCALI
Sindaco del Comune Corleone, facente capo al comprensorio del Comune


Lercara Freddi



h.11.40; I MASSMEDIA, DENUNCIA ED INFORMAZIONE
Esponenti della trasmissione televisiva “CHI L’HA VISTO’” condotta Federica Sciarelli







Si chiuderà le testimonianze dei Familiari di persone scomparse










PENELOPE è un’associazione nazionale delle famiglie, dei familiari e degli amici delle persone scomparse che si è costituita nel 2002 per far emergere questo fenomeno che in Italia è di notevoli dimensioni in quanto coinvolge qualche migliaio di persone all'anno.


L'associazione PENELOPE è una Onlus, articolata in un direttivo nazionale e comitati regionali; svolge attività di raccordo e sostegno alle famiglie degli scomparsi e, nei confronti dell’opinione pubblica, opera di informazione e di sensibilizzazione.


La pressione presso le Istituzioni ha prodotto la nomina di un Commissario Straordinario e la presentazione di un disegno di legge in ottobre 2006, sia alla Camera che al Senato, dal titolo "Disposizioni per favorire la ricerca delle persone scomparse e istituzione di un Fondo di solidarietà per i familiari delle persone scomparse".


Parallelamente, l'azione dell'associazione è rivolta a stimolare la presa di coscienza degli Enti Locali del territorio di appartenenza della persona scomparsa al fine di sostenere momenti di informazione e sensibilizzazione della cittadinanza quale supporto alle attività di ricerca della famiglia e delle Forze dell'Ordine.


Le attività previste dall’Associazione, di cui si parlerà in questa occasione, vogliono inoltre esercitare prevenzione e contrasto del fenomeno.


Quanto sopra, ha suggerito ad un caro Amico, Geom Francesco Giardina,vicino alla sottoscritta ed all’Amministrazione comunale del Comune di Lercara Friddi, di realizzare quello che abbiamo chiamato semplicemente “OROLOGIO DIGITALE”; trattasi di un schermo con orologio che, dotato di un programma di Software concepito per la nostra specifica esigenza, avvicenda - nell’arco di mezz’ora - volti di persone
scomparse nel territorio regionale e nazionale; il tutto accompagnato da citazione del luogo e data della scomparsa, nonchè dai dati anagrafici dello scomparso stesso.


Il fine è sensibilizzare sempre più l’opinione pubblica, relativamente al fenomeno che ci riguarda, affinchè - raccolta l’informazione – possa contribuire con pensieri ed azioni all’accelerazione di un processo atto a salvare vite umane e che comunque deve traguardare la verità.


La manifestazione in oggetto è la terza di un susseguirsi d’iniziative che, mensilmente, stiamo portando avanti nei Comuni siciliani che registrano la scomparsa di cittadini.


Il tam-tam DEVE avere un eco tale da sollecitare chiunque, in possesso di verità nascoste, a consegnarle agli inquirenti che a loro volta – motivati da un rinnovato senso del dovere – potranno dare una svolta alle nostre esistenze.


Va detto, inoltre, che il nostro impegno vuole fortemente sollecitare le istituzioni rispetto alla presa d’atto di un fenomeno che ha assunto proporzioni insostenibili per una società definita “civile” e conclamare l’affermazione di leggi che tutelino:
- gli Scomparsi, ottimizzando le indagini;
- le Famiglie, nel sostegno morale e materiale;
- la Società tutta, nel rivedere le pene da infliggere a chi s’intesta azioni lesive per la persona umana;


Rossella Accardo







mercoledì 1 ottobre 2008

PALERMO PALAZZO DELLE AQUILE MOSTRA PITTURA



video






PALERMO PALAZZO DELLE AQUILE DAL 6 OTTOBRE ALL’11 OTTOBRE
Inaugurazione il giorno 6 alle ore 18
la mostra è vsitabile tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 19

“…aspettando Stefano…”
mostra di pittura promossa dall’Associazione Sicilia Anno Uno intestata a Stefano Maiorana, quale Presidente Onorario, in quanto il Presidente dell’Associazione in atto è la Sig.ra Salvatrice Ferlisi.



…INSIEME PER LA VERITA’ SULLA SCOMPARSA DI STEFANO ED ANTONIO MAIORANA

Perché una estemporanea di pittura in occasione dell’anniversario dalla scomparsa
di Stefano Maiorana ed il padre Antonio?

La mia Vita all’insegna della lotta, affrontata con la determinazione ed il coraggio di chi sa che nessuno ti darà niente, oggi mi vede cimentata nell’impegno più grande:
un nemico invisibile da sconfiggere!
Credetemi …non c’è peggior nemico di un NEMICO INVISIBILE
Non lo vedo…ma lo sento intorno…è talmente integrato nel sistema che è impossibile metterlo a fuoco.
E’ parcellizzato, sottile, subdolo, TIRANNO!
Vuoi o non vuoi…porta i più ad avere paura di…pensare, dire, agire, ESSERE.

Forse le forme, i colori, l’arte… è l’ultima espressione che ci concediamo?

Stefano scompare il 3 Agosto dello scorso anno e da quel giorno è iniziata, per me, una nuova gestazione: l’attesa.
Quanto dura il “tempo dell’attesa” rispetto a fatti dai contorni così indefinibili?
“…aspettando Stefano…”somma alla mia attesa di Verità, l’attesa di tutti quelli che aspettano il cambiamento, ma che – altresì – comprendono, che dobbiamo essere sempre più numerosi per sconfiggere quel nemico invisibile… che vuole divorarci l’Anima perché
E’ UN NEMICO CHE TROVA UN PREZZO A TUTTO

L’estemporanea di pittura, la mostra, sono l’ennesimo spunto per parlare di mio Figlio e della sua misteriosa scomparsa insieme al padre Antonio…
Nessuno ha visto, nessuno ha sentito…e proprio sui luoghi della scomparsa restituiremo al territorio un’attenzione, un’amorevolezza…il PERDONO…aspettando che qualcuno parli.

Infatti, il ricavato della vendita delle tele andrà a finanziare le attività in programma riguardanti la Tutela dell’Ambiente e la Raccolta differenziata.
L’intento è quello di remunerare cittadini diseredati, residenti nei due comuni, per bonificare la scogliera antistante la Biblioteca Comunale di Isola delle Femmine (visibilmente deturpata da rifiuti, plastica, vetro, etc..)e piantumare aree destinate a verde nel Comune di Capaci con alberi a cui saranno dati i nomi dei bambini - nati nel territorio nei giorni precedenti - quale puntuale denuncia nei confronti di chi s’intesta l’incendio doloso, contribuendo stoltamente alla desertificazione dalla nostra Terra al Pianeta Azzurro.

La mostra ha riscosso consensi istituzionali e di pubblico, tant’è che alcuni Comuni hanno sollecitato l’Associazione all’allestimento della mostra stessa presso altre sedi regionali avviando un percorso itinerante.
I contenuti espressi dagli artisti sono risultati ricchi di valori e di stimoli per una sana riflessione, tanto da innescare la costruzione di veri e propri “spazi didattici” per giovani e meno giovani.

Rinnoviamo alla comunità l’invito a partecipare attivamente agli eventi sovraesposti - con un appello particolare a tutte le Madri che s’interrogano sul futuro dei nostri ragazzi – affinchè, con la propria presenza e la propria voce, più forte risuoni il grido di speranza.
Il futuro si costruisce.

Grazie
Rossella Accardo
Sicilia Anno Uno

http://siciliaannouno.blogspot.com/